Un altro modo di guardare le nostre iniziazioni d’amore e quindi spirituali è attraverso la lente dello Bhakti Yoga. 
Nell’ Induismo, uno dei quattro yoga (o percorsi unione con Dio) è bhakti, lo yoga dell’amore divino. Bhakti yoga è praticato in modi diversi, ma nella sua essenza è la devozione a Dio sopra ogni cosa, una devozione che conduce all’Amore.






Bhakti yoga è appunto la via della Bhakti, è la relazione con Dio attraverso un intenso amore e profonda devozione. Questo Yoga tra tutti è il più semplice e diretto, e si rivolge a tutti gli esseri umani proprio per la sua facilità di messa in pratica, dato che non richiede spiccate capacità intellettive o abilità particolari.


Il Bhakti Yoga non è altro che intenso amore per Dio: poiché Egli è la personificazione dell’amore, la via più facile per raggiungerLo è amarLo.


Qui si parla di un amore trascendentale, infatti Dio non può essere realizzato con un amore così ardente e assorbente come la passione coniugale; l’amore devozionale deve essere sviluppato progressivamente.


.



Ogni volta che ci rivolgiamo a toccare un altro, siamo davvero inviando la freccia del nostro amore dal nostro cuore al cuore di Dio. Quando serviamo un altro, se è il bambino confuso, l’irritabile collega o la donna anziana eccentrica stiamo  comunque servendo il Dio che vive in quello. In sostanza, stiamo arrendiamo a un amore più alto.


Se pratichiamo vedere oltre la personalità esterna quello che stiamo servendo per il vero obiettivo del nostro amore (Dio), ci renderemo conto che il nostro amore per chiunque e tutti è veramente un riflesso del nostro amore per Dio. Dopo tutto, è stato Dio che eravamo in amore con fin dall’inizio al finale. Non solo, ma quando amiamo, è Dio amorevole attraverso di noi.


Ognuno di noi indossa una maschera, in un certo senso, e dietro la maschera è la presenza viva dello Spirito. Dio si traveste in modo da avere molte, molte opportunità di dare il nostro amore verso di lui amando tutte queste diverse manifestazioni ed espressioni dello Spirito. La maschera si può essere apparentemente imperfetta, ma sappiamo che il Signore dell’Amore vive all’interno. In realtà, l’amore viene da una sola fonte, e possiamo essere grati che molte persone nella nostra vita siano stati bellissimi strumenti di questo amore divino.


Così, quando ci si sente una perdita dolorosa e ti chiedi: “Ho dato così tanto del mio cuore, perché?” porsi un’altra domanda: “Chi e cosa ho veramente amato”


Se vi permetterete di andare abbastanza in profondità, la risposta sarà: “Per tutto il tempo amavo lo Spirito che dimora all’interno di quella cosa. La bellezza e l’intensità del tuo amore non è potuto essere l’amore per il sé esteriore. In realtà, avete amato l’anima e l’essenza spirituale che si esprime in e attraverso quella persona. E quel tipo di amore non è mai sprecato, è  ‘l’amore di Dio “.


Secondo lo Srimad Bhagavatam esistono 9 cose da fare per praticare il Bhakti yoga:




  • ricordare Dio (smaranam)
  • ascoltare (sravanam)
  • cantare/celebrare (kirtanam)
  • servire (pada sevanam),
  • adorare sull’altare (arcanam),
  • provare amicizia per i devoti (sakhyam),
  • pregare (vandanam),
  • servire tutti con umiltà (dasyam)
  • sottomettersi (atma-nivedanam).



Il bhakti-yoga è dunque la via dell’amore per Dio nel suo stato puro, senza la minima ombra di azione interessata (karma) o di speculazione filosofica (jnana).


Costituisce la tappa finale dello yoga e si pratica con l’abbandono di sé a Dio sotto la guida di un maestro spirituale: l’apprendimento del servizio di devozione (bhakti) consiste nell’imparare come impiegare la mente e i sensi per servire il Signore in maniera concreta.



 A differenza dei jnana-yogi che cercano di staccare i propri sensi da ogni piacere materiale coltivando la conoscenza e servendosi del ragionamento per capire che il piacere dei sensi è illusorio, e a differenza degli astanga-yogi che si sforzano di raggiungere il controllo dei sensi attraverso esercizi fisici e la meditazione sul Supremo, i bhakta o bhakti-yogi cercano di usare i sensi al servizio del Signore. E proprio questo servizio d’amore rappresenta il livello perfetto del controllo dei sensi.


Se all’interno di questo cammino,  senti il bisogno di un parere , di un sostegno o di una GUIDA PRATICA su come poter affrontare questo tipo di percorso, puoi contattarmi su: 
ilpercorsoprofondissimo@gmail.com





A cura  di : Il Percorso Profondissimo




Fonti :
http://www.prabhupadadesh.com/il-bhakti-yoga/
https://it.wikipedia.org/wiki/Bhakti_Yoga
Alchimia del cuore: come dare e ricevere More Love, da Elizabeth Clare